Melanoma: i fattori di rischio

blog melanoma i fattori di rischioIndividuare i fattori di rischio nello sviluppo del melanoma e attuare le giuste pratiche preventive è il primo passo per ridurre i casi di questo aggressivo tumore maligno.

I fattori di rischio nello sviluppo del melanoma

Un fattore di rischio è qualcosa che aumenta la probabilità di una persona a sviluppare un cancro. Sebbene tali fattori possono influenzare lo sviluppo della malattia, la maggior parte non la provocano direttamente. La conoscenza dei propri fattori di rischio e il costante confronto col proprio medico possono aiutare seguire gli stili di vita migliori e le giuste scelte di assistenza sanitaria.



I fattori elencati di seguito possono alzare il rischio di una persona a sviluppare il melanoma:

Esposizione di sole.

L'esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole gioca un ruolo principale nello sviluppo del cancro della pelle. Le persone che vivono ad altitudini elevate o in aree con lunghi periodi di irraggiamento solare hanno un rischio più alto di sviluppare il melanoma. Chi passa molto tempo all’aperto durante le ore più calde del giorno ha un rischio più alto.
L'esposizione ai raggi ultravioletti B (UVB) appare più strettamente associata al melanoma, ma le informazioni più recenti suggeriscono che i raggi UVA possono giocare un ruolo chiave nello sviluppo del melanoma, così come di altre forme di cancro della pelle. Mentre la radiazione UVB causa l'abbronzatura ma può essere filtrata, gli UVA sono in grado di passare attraverso i comuni filtri (occhiali o finestre e finestrini) e causano l'invecchiamento e il corrugamento della pelle, oltre al cancro. Perciò, è fondamentale proteggere la propria pelle sia dagli UVA, sia dagli UVB.

Abbronzatura artificiale.

Chi usa i lettini abbronzanti o le lampade UV ha un rischio maggiore di sviluppare tutti i tipi di cancro della pelle. L’utilizzo di questi dispositivi è da scoraggiare per evitare di aumentare i propri rischi.

Nevi (o nei).

Le persone con molti nei o nei insoliti (chiamati nevi displastici o atipici) hanno un rischio più alto di contrarre il melanoma. I nevi displastici sono nei grandi che hanno un colore o una forma irregolare. Nei casi che lo richiedono, il medico può consigliare la mappatura dei nevi (attraverso dermatoscopia o videodermatoscopia computerizzata) per un’analisi più accurata della pelle in quelle persone che presentano un elevato numero di nevi.

Pelle chiara.

La gente con carnagione chiara, capelli biondi o rossi, occhi azzurri e lentiggini è a rischio elevato di sviluppare il melanoma. Questo rischio è anche più alto per la gente la cui pelle ha una tendenza a bruciare, piuttosto che ad abbronzarsi.

Familiarità.

Circa il 10% delle persone con melanoma ha una storia di familiarità con la malattia. Se una persona ha un parente vicino (il genitore, il fratello, la sorella o il figlio) cui è stato diagnosticato un melanoma, il rischio di sviluppare un melanoma a sua volta è da 2 a 3 volte più alto della media. Questo rischio aumenta se parecchi membri di famiglia che vivono in luoghi diversi hanno una diagnosi di melanoma. Perciò, è raccomandata un’analisi accurata per i parenti prossimi di un soggetto che abbia contratto la malattia.

Genetica.

Sebbene siano stati identificate mutazioni in specifici geni, come CDKN2A, CDK4 e MITF, che possono portare al melanoma, queste sono rari. Solo un numero molto esiguo di famiglie con una storia di melanoma passa effettivamente queste mutazioni genetiche di generazione in generazione. Gli scienziati stanno cercando altri geni e fattori ambientali che potrebbero influenzare il rischio di una persona di sviluppare melanoma e altri tumori.

Altre condizioni ereditate.

Le persone con specifiche condizioni genetiche, tra cui xeroderma pigmentoso, retinoblastoma, sindrome di Li-Fraumeni, sindrome di Werner e alcune sindromi ereditarie del cancro al seno e alle ovaie, hanno un aumentato rischio di sviluppare il melanoma.

Precedenti.

Le persone che hanno già avuto un melanoma hanno un aumentato rischio di sviluppare nuovi melanomi. Le persone che hanno avuto un tumore della pelle a cellule basali o a cellule squamose hanno un rischio maggiore di sviluppare un melanoma. Pertanto, le persone che hanno avuto un precedente cancro della pelle hanno bisogno di cure continue per monitorare ulteriori tumori.

Razza o etnia.

I tassi di melanoma sono circa 24 volte più alti nei bianchi rispetto ai neri. Tuttavia, una persona di qualsiasi razza o etnia può sviluppare il melanoma.

Età.

L'età media in cui viene diagnosticato il melanoma è poco più di 50 anni. Il melanoma si presenta nei giovani adulti più spesso rispetto a molti altri tipi di cancro.

Sistema immunitario.

Le persone che hanno un sistema immunitario indebolito per malattie o a causa di terapie farmacologiche che sopprimono la funzione immunitaria, hanno un rischio più elevato di sviluppare il cancro della pelle, compreso il melanoma.

Conclusioni

In sintesi, ciascuno di noi può essere soggetto al melanoma, ma esistono alcune situazioni che acuiscono il rischio. Rientrare in uno dei casi elencati più sopra non vuol dire che automaticamente ci si ammalerà, ma deve essere uno sprone ad attuare tutte le pratiche di prevenzione (link) che possano in qualche modo diluire il rischio.