Primavera, allergie e intolleranze: una triade all’attacco del nostro sistema immunitario


blog allergie intolleranze

Allergie e intolleranze alimentari hanno origini diverse: conosciamo bene le prime, meno le seconde. Empiricamente, sappiamo che la primavera scatena le allergie chi soffre di intolleranze alimentari può soffrirne in modo aggravato.


Primavera: l’esplosione delle allergie

La Primavera, si sa, è croce e delizia. La natura fiorisce, le temperature salgono e la voglia di stare all’aperto aumenta. Ma non è tutto oro quel che luccica: con la Primavera, il polline si distribuisce massicciamente nell’aria e i soggetti allergici ne soffrono gravemente.

Le allergie causano irritazioni, pruriti e difficoltà respiratorie: il ricorso agli antistaminici è spesso necessario per poter “sopravvivere”. Gli antistaminici, infatti, inibiscono la capacità dell’istamina di legarsi ai recettori cellulari che causano i sintomi appena descritti.

Intolleranze alimentari e allergie

Le intolleranze alimentari, dal canto loro, hanno caratteristiche diverse e sembra che si manifestano – in modo molto più lento rispetto alle allergie – a seguito di un accumulo di sostanze nell’organismo.

In comune, allergie e intolleranze hanno una parte della sintomatologia: le irritazioni all’organismo. Le intolleranze alimentari, tipicamente causano irritazioni al tratto gastrointestinale, ma spesso si manifestano sotto forma di prurito superficiale o eczemi della pelle.

La primavera è il momento in cui convergono diversi fattori che possono causare allergie e aumentare le intolleranze. È in questa stagione, infatti, che aumenta il consumo di alimenti che scatenano allergie (frutta e verdura): il sistema immunitario si indebolisce e i soggetti predisposti possono vedere un aumento dei disturbi alimentari.

Prevenire le intolleranze alimentari

Il modo migliore per contrastare i possibili disturbi causati da allergie e intolleranze è la prevenzione. Nello specifico, per le intolleranze alimentari, esistono degli esami del sangue che permettono di individuare i cibi “a rischio” per chi li effettua. Si tratta di un banale prelievo, ma sgombra il campo da eventuali problematiche connesse al consumo di specifici alimenti.

Le intolleranze alimentari sono legate soprattutto al latte e al glutine, ma esistono altri cibi che possono “irritare” il nostro organismo: uova, carni, pesce, frutta e verdura, ma anche caffè, cacao o lievito!

Il consiglio, quando si manifestano i sintomi descritti, è di consultare il proprio medico. Con le giuste informazioni sulle nostre abitudini alimentari, egli potrà indirizzarci verso gli esami più opportuni per individuare eventuali intolleranze e consigliarci le contromisure da mettere in campo per contrastare le cause ed eliminare gli effetti.


Prenota il tuo test BI-FOOD 30 ad un prezzo promozionale

 

Prezzo del test: € 80,00


Euromedica: un unico centro per tutti i servizi

Unità di colo-proctologia, centro di riabilitazione pelvi-perineale, centro di Medicina del Lavoro, Euromedica mette a disposizione dei propri pazienti un team di medici in grado di offrire prestazioni sanitarie di ottimo livello, in tempi rapidi.

In Euromedica si possono effettuare esami di laboratorio, ed esami molto specifici come l'elettrocardiogramma da sforzo con cicloergometro e l'audiometria in cabina silente.

Rivolgiti a Euromedica, troverai una struttura moderna e funzionale, un ambiente confortevole e protetto, dove i medici presenti lavorano in sinergia tra loro, con programmi di prevenzione mirati, in tempi ridotti e a costi contenuti.